ArcelorMittal, De Micheli: «Nazionalizzare l’Ilva? Siamo pronti a tutto»

La ministra delle Infrastrutture non esclude la nazionalizzazione dell’azienda in caso di rottura delle trattative con ArcelorMittal

«Per risolvere il caso Ilva come governo siamo pronti a tutto, cosa nel merito lo decideremo assieme affrontando di petto la trattativa con ArcelorMittal».

Sono queste le parole della ministra delle Infrastrutture, Paola De Micheli (Pd) – interpellata a margine del Festival Città Impresa nella Bergamasca – sulla possibilità di nazionalizzare l’azienda in caso di rottura delle trattative con ArcelorMittal.

«Come ha detto il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte – ha proseguito De Micheli – noi siamo pronti a tutto per garantire la continuità aziendale di Ilva soprattutto per non realizzare lo scellerato piano di licenziare più di cinquemila persone».

«I colleghi del governo che ieri hanno incontrato ArcelorMittal – ha concluso la ministra – hanno dimostrato il massimo della compattezza rispetto a una richiesta che la società ha fatto per noi irricevibile, inaccettabile, che non rispetta gli impegni che la società ha preso pochi mesi fa con il nostro Paese». E ancora: «Non si viene nel nostro Paese approfittando di situazioni fallimentari per poi andarsene al primo problema».

Sullo stesso tema: