Usa, sparatoria in un liceo in California: uccisi due studenti

Preso il presunto autore della sparatoria. Si tratta di un 16enne di origini asiatiche

Sale a due il bilancio delle vittime della sparatoria in un liceo a Santa Clarita vicino a Los Angeles, in California. Si tratta di due studenti, una ragazza di 16 anni e un giovane di 14 anni, della Saugus High School in cui è avvenuta la sparatoria.

Altre quattro persone sono rimaste ferite, almeno uno in modo grave. Intanto è stato preso il giovane che avrebbe aperto il fuoco. È un 16enne di origini asiatiche. Attualmente si trova in ospedale con una ferita di arma da fuoco. Secondo la Cnn avrebbe cercato di suicidarsi dopo aver compiuto il gesto. Le sue condizioni sono gravi.

Prima di riuscire a scappare dal campus, tanti ragazzi si sono barricati nelle aule per cercare di sfuggire ai proiettili del killer. «Ho iniziato a correre – ha raccontato ai media locali Brooklyn Moreno, che frequenta il secondo anno -. Ho visto delle ragazze cadere di fronte a me e ho cercato di aiutarle, poi però ho continuato a correre perché non volevo farmi del male».

«Non avrei mai pensato che questo potesse accadere nella mia scuola – ha aggiunto – Sono ancora sotto shock, ho tremato e pianto molto». Il 17enne Hayden Trowbridge, invece, ha raccontato che quando ha sentito gli spari, insieme ai suoi compagni di classe ha spinto i banchi contro la porta dell’aula per creare una barricata.

Leggi anche: