Trenta lascerà la casa: «Mio marito ha presentato rinuncia all’appartamento»

«Lasceremo l’appartamento nel tempo che ci sarà dato per fare un trasloco e mettere a posto la mia vita da un’altra parte», ha detto l’ex ministra della Difesa

«Mio marito, pur essendo tutto regolare, e sentendosi in imbarazzo, per salvaguardare la famiglia ha presentato istanza di rinuncia per l’alloggio».

È così che si conclude la vicenda sull’alloggio dell’ex ministra della Difesa Elisabetta Trenta. A riferirlo è lei stessa, ospite di Radio 24.

L’ex ministra ha messo così il punto alla polemica che l’ha vista protagonista nei giorni scorsi, sfogandosi per le polemiche relative all’alloggio di servizio di 180 mq in centro a Roma, pagato 540 euro al mese, assegnatole quando era ministra della Difesa, e successivamente passato al marito, ufficiale dell’Esercito Italiano.

«Lasceremo l’appartamento nel tempo che ci sarà dato per fare un trasloco e mettere a posto la mia vita da un’altra parte. Sona una cittadina come gli altri, chiedo e pretendo rispetto», ha ribadito Trenta.

«Non ho violato nessuna legge: è tutto in regola, mi sono attenuta alle regole», ha proseguito l’ex ministra della Difesa del M5s.

E chiosando l’ex ministra ha lanciato una dura accusa verso chi – a suo dire – «ha speculato sulla sua privacy»: «Forse da ministro ho dato fastidio a qualcuno, non lo so, ma non voglio alimentare polemiche, sono una donna di Stato».

Leggi anche: