Ciclismo, le azzurre Bussi e Paternoster investite mentre si allenavano

di OPEN

Da Open inviamo alle due atlete un augurio di pronta guarigione e la speranza di vederle al più presto in sella

Due azzurre del ciclismo, Vittoria Bussi, l’atleta che Open ha “adottato” per aiutarla nella sua corsa verso le Olimpiadi di Tokyo del 2020, e Letizia Paternoster, sono rimaste coinvolte oggi in due incidenti mentre si allenavano su strada. A Moncalieri (Torino) la 32enne Bussi, detentrice del record femminile dell’ora, è stata investita in piazza Caduti per la Libertà, quando un’auto l’ha travolta.

La giovane è stata trasportata all’ospedale Santa Croce, dove è stata ricoverata per una sospetta frattura della clavicola sinistra. L’automobilista si è fermato a soccorrerla. Bussi detiene il record dell’ora femminile – 48,007 chilometri metri – stabilito il 13 settembre 2018 ad Aguascalientes, in Messico. Nel 2019 è stata convocata in Nazionale per le prove a cronometro dei campionati europei di Alkmaar e dei campionati del mondo nello Yorkshire.

Incidente analogo per la Paternoster, travolta da un’auto a Riva del Garda. La ciclista della Trek Segafredo, vincitrice di varie medaglie agli Europei e ai Mondiali sia su pista sia su strada, è stata trasportata ospedale per frattura dello scafoide.

Da Open mandiamo alle due atlete un augurio di pronta guarigione e la speranza di vederle al più presto in sella.

Leggi anche: