Coronavirus, cancellati i mondiali di ciclismo su strada in Svizzera

“le grandi manifestazioni che prevedono la presenza, a vario titolo, di un migliaio di persone sono proibite fino al 30 settembre. Quindi organizzare i Mondiali diventa impossibile”

I Mondiali di ciclismo su strada, in programma dal 20 al 27 settembre a Aigle-Martigny, in Svizzera, sono stati cancellati in ragione delle restrizioni causate dall’emergenza Coronavirus.

A comunicarlo sono gli stessi organizzatori, che spiegano che per le decisioni prese in queste ore dalle autorità federali elvetiche «le grandi manifestazioni che prevedono la presenza, a vario titolo, di un migliaio di persone sono proibite fino al 30 settembre. Quindi organizzare i Mondiali diventa impossibile».

In copertina ANSA/Daniel dal Zennaro | ARONA, LAGO MAGGIORE. CAMPIONATI MONDIALI DI CICLISMO SU STRADA. Un passaggio dei partecipanti al Campionato di ciclismo su strada ad Arona sul Lago Maggiore.

Leggi anche: