Cinque consigli per non farvi fregare dal Black Friday (e non finire in miseria il 2019)

L’appuntamento per quest’anno è il 29 novembre. Le offerte, però, sono già cominciate

Fra le tradizioni d’Oltreoceano che abbiamo importato negli ultimi anni, ce n’è una che è stata accettata serenamente in Italia, senza scatenare troppi dibattiti sull’identità culturale. È il Black Friday, la giornata dei saldi nata negli Stati Uniti degli anni ’50 per segnare l’inizio della stagione di shopping natalizio.

Secondo la tradizione dovrebbe cadere il venerdì dopo il Thanksgiving Day, la festa celebrata il quarto giovedì di novembre per ringraziare Dio di quanto ricevuto durante l’anno, quella del tacchino arrosto e della salsa di mirtilli, per intenderci. Quest’anno quindi, il Black Friday è fissato per venerdì 29 novembre.

1. Decidete prima cosa acquistare

Black Friday in Italia vuol dire soprattutto shopping online, anche se sempre più catene di negozi offrono per l’occasione sconti in vista del Natale. Mina Busi di Adiconsum ha dichiarato che nove italiani su dieci prevedono di fare spese in questa giornata. Budget medio: 220 euro.

Per evitare di spendere molto di più e, soprattutto, per evitare di trovarsi davanti a casa fattorini carichi di pacchi di cui non conoscete la provenienza, il primo consiglio è quello di scegliere prima quali prodotti acquistare. Per farlo potete anche ricorrere a app per segnare tutto sullo smartphone, come Wunderlist, Todoist o Google Keep.

2. Controllate dove sono gli sconti

Amazon sarà una delle piattaforme più gettonate. Ma anche catene come Mediaworld, Unieuro e persino Ikea. Insomma se avete bisogno di qualcosa non limitatevi ai siti online ma provate a cercare anche nei negozi fisici e non solo nelle grandi catene commerciali. A volte anche le botteghe di quartiere possono fornire offerte molto vantaggiose.

3. La parentesi elettronica

I consumatori che più fremono per le offerte sono gli appassionati di tecnologia. Sempre Adiconsum spiega che si tratta del primo tipo di prodotti acquistati, sopra i capi di abbigliamento. Per seguire le offerte di questo settore è bene quindi sapere prima dove cercare.

Giusto in questi giorni Andrea Galeazzi, il più noto tech youtuber italiano, ha promosso offerte.club, un’app che aggrega le principali offerte che si trovano in rete. In sei giorni ha già superato i 50mila download, con temporanee comparse anche al primo posto nella classifica delle app più scaricate in Italia.

Oltre al Gale, è bene seguire anche altri siti che si occupano di elettronica e che hanno aperto pagine dedicate per gli sconti del Black Friday, come HdBlog, Tom’s Hardware o Everyeye (per i videogiochi).

4. Controllate i prezzi, prima del Black Friday

Esattamente come per i saldi, anche durante il Black Friday il rischio è che qualche rivenditore annunci sconti inesistenti su dei prodotti, vendendoli esattamente allo stesso prezzo a cui erano esposti qualche giorno prima.Per evitare di essere ingannati si può ricorrere almeno a due metodi. Il primo è quello classico: il giro esplorativo prima dei saldi per segnarsi i prezzi dei prodotti a cui siamo interessati.

Il secondo è un po’ più sofisticato. Esistono piattaforme in rete che monitorano nel tempo il prezzo di prodotti in vendita negli shop online, soprattutto se acquistate su Amazon. Specifici per questa piattaforma ci sono almeno due siti: Camelcamelcamel.com e Keepa.com. Basta inserire il prodotto Amazon a cui siamo interessati e la cronologia è servita. Uno strumento simile, in questo caso un’estensione per Google Chrome, esiste anche per il sito Gearbest: MonkeyECHO.

Fonte: Camelcamelcamel.com | Un esempio di cronologia dei prezzi

5. Siete già in ritardo

Certo, venerdì 29 novembre ci sarà il picco delle offerte, ma molte piattaforme, come ePrice, hanno iniziato una maratona di preparazione al Black Friday con sconti che cambiano di giorno in giorno. Quindi mentre state leggendo questo articolo è probabile che qualcuno stia già acquistando quello schermo da 29” o quel vestito visto su Zalando per cui avete risparmiato negli ultimi mesi.

Foto di copertina: Freepik.com

Leggi anche: