Borghezio accusato di furto di documenti storici dall’Archivio di Stato

È stato visto da un’impiegata dell’Archivio. Lui si giustifica: «Ma le pare che possa rubare qualcosa?»

La procura di Torino indaga sull’ex parlamentare europeo e volto storico della Lega Mario Borghezio: avrebbe cercato di sottrarre dei documenti dall’Archivio di Stato di Torino.

Grande appassionato di storia, Borghezio è stato beccato da un’impiegata dell’Archivio con dei documenti militari della Seconda Guerra Mondiale, contenenti misure di prevenzione dei bombardamenti.

Il politico ha spiegato che voleva portarli a casa per fotocopiarli, cosa comunque non prevista dal regolamento. È dunque partita la segnalazione ai carabinieri del nucleo Tutela patrimonio culturale (Tpc), e ora indagherà la Procura di Torino.

Per Borghezio si è trattato di un equivoco in buona fede: «Volevo poter fotocopiare quei documenti che rappresentano un unicum. Ma le pare che possa rubare qualcosa?».

Sullo stesso tema: