Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

La foto fake della nuvola a forma di pesce che annunciava l’arrivo delle Sardine a Milano e come si è diffusa

Repubblica casca nella foto “scattata” da un utente, ma non era neanche sua. Ecco come è stata diffusa

In questi giorni si è parlato della foto falsa pubblicata da Repubblica della presunta nuvola a forma di pesce che annunciava l’arrivo delle Sardine a Milano. Ecco uno screenshot dell’articolo pubblicato dalla testata giornalistica, poi modificato a seguito della gaffe:

Una nuvola a forma di pesce “annuncia” l’arrivo delle sardine a Milano, e la foto diventa virale

La nuvola è stata immortalata da Luigi Bragonzi nel cielo del quartiere Adriano.

Lo screenshot dell’articolo di Repubblica.

L’articolo è stato successivamente modificato in «Una nuvola a forma di pesce “annuncia” l’arrivo delle sardine a Milano, la foto diventa virale ma è vecchia di due anni» ed è stato rimosso il nome del presunto autore della foto. Nella nuova versione del pezzo leggiamo:

E l’immagine è stata ripresa da molti anche da “Repubblica” che aveva chiesto conferma a chi l’aveva pubblicata dell’origine milanese della foto. Dopo la conferma è arrivata la smentita. La foto, per quanto in argomento con le sardine, era vecchia di due anni almeno. C’è chi ci vede una balena, chi un merluzzo volante e in tanti la interpretano come l’annuncio “celeste” delle “sardine in avvicinamento”.

L’articolo di Repubblica dopo aver scoperto di aver fatto una gaffe.

La foto, in realtà, sarebbe stata scattata in Russia e pubblicata nel sito Pikabu.ru nel 2017:

La foto pubblicata nel sito russo Pikabu.ru nel 2017.

Per la precisione, la foto sarebbe stata scattata a Kodinsk nella Russia siberiana. Ecco da Google Maps la posizione degli edifici e della fotocamera:

L’origine della bufala

Nell’articolo originale c’era il nome di una persona che si era presentata come l’autore dello scatto, tale Luigi Bragonzi. Giuseppe Francaviglia, direttore responsabile di Thevision.com, pubblica il 28 novembre 2019 un’immagine dove si leggono dei commenti – da lui screenshottati – all’interno della pagina Facebook Gorla Precotto in cui la giornalista di Repubblica domanda a Luigi se poteva pubblicare lo scatto sul sito della sezione milanese della sua testata. Luigi, contento, acconsente e scrive “qualcosa di troppo”:

Lucia: «buongiorno. Possiamo pubblicare la foto sul sito di Repubblica Milano?»

Luigi Bragonzi: «Buon giorno, con estremo piacere, anche perché la Repubblica è una delle mie testate preferite. Chiedo solamente di specificare che trattasi di squalo mangia sardine. Grazie e buona giornata»

Lo screenshot pubblicato da Giuseppe Francaviglia.

Curiosa la richiesta da parte di Luigi, così come la foto profilo del suo account Facebook in cui si vede un pinguino con in bocca un pesce, una scena che ricorda il consigliere della Lega di Casalecchio di Reno che si vestì proprio da pinguino facendo finta di mangiare una sardina in piazza.

La foto profilo di Luigi presente nei commenti salvati da Francaviglia.

Uno sguardo al profilo di Luigi, così come alle sue immagini di copertina, sarebbe potuto servire per avanzare qualche dubbio sulla foto e pensare a un troll.

Le immagini di copertina del profilo di Luigi.

L’indignazione e la ricerca della foto originale

Francaviglia pubblicava indignato lo screenshot di Repubblica nel suo post del 28 novembre alle ore 16:57, mentre tra i primi a spiegare bufala era stata Ilaria Traditi con un post alle 22:46 – alle 22:25 sul suo profilo privato – dove riporta l’articolo di MilanoToday e la foto pubblicata su Imgur.com nel 2017.

Il post di Ilaria Traditi dove smonta la foto attribuita a Milano.

MilanoToday, nonostante tutto, continua ancora oggi a mantenere intatto il proprio articolo senza fornire una smentita sull’attribuzione milanese dello scatto. Tuttavia riportano la frase dello squalo riportata da Luigi Bragonzi:

L’autore della fotografia sembra dissentire: “Si tratta di uno squalo mangia sardine”, commenta ironico su Facebook.

L’articolo su Milano Today.

Continua a leggere su Open

Leggi anche: