Alla commissione Banche il M5s candida Elio Lannutti, indagato per odio razziale dopo i tweet antisemiti

Il senatore anti-casta era stato al centro delle polemiche a gennaio, per un Tweet antisemita. Fiano: «Per me problema non superabile»

È il senatore Elio Lannutti il candidato per il M5s alla presidenza della Commissione Banche. La votazione dei 13 componenti 5stelle c’è stata ieri, 5 dicembre, e il senatore avrebbe ricevuto la totalità dei consensi dei suoi colleghi parlamentari (7 senatori e 6 deputati del M5s).

Lannutti è risultato il più votato tra i 4 candidati in lizza: oltre a lui si sono candidati Alvise Maniero, Carla Ruocco e Marco Pellegrini.

C’è però chi mette in discussione la votazione per possibili questioni procedurali e chi sostiene che si sia trattato solo di una prima votazione, non conclusiva. La candidatura di Lannutti, in ogni caso, dovrà essere vagliata dalle altre forze politiche che porteranno a loro volta altri candidati per l’incarico.

La figura di Lannutti

Elio Lannutti, senatore anti-casta del Movimento 5 Stelle, si è trovato a gennaio del 2019 al centro delle polemiche per la condivisione di un post antisemita sui Protocolli dei Savi di Sion.

Il 20 gennaio aveva condiviso via Twitter un articolo dal titolo Le 13 famiglie che comandano il mondo, pubblicato il 22 novembre 2018 da un sito amatoriale chiamato Saper-link-news.com. Nell’articolo, veniva riportata una delle più grandi bufale della storia nota come «Protocolli dei Savi di Sion».

Il tweet era stato ampiamente criticato, costringendo Lannutti alle pubbliche scuse via Facebook. Il mese successivo, a febbraio, Lannutti era stato iscritto nel registro degli indagati dalla procura di Roma per il reato di diffamazione aggravata dall’odio razziale.

Allora, il capo politico del M5s Luigi Di Maio, aveva dichiarato: «Come vicepresidente del Consiglio e come capo politico del M5s prendo le distanze, e con me tutto il Movimento, dalle considerazioni del senatore Elio Lannutti».

Dura la reazione del deputato Pd Emanuele Fiano che scrive su Twitter: «Se i #5S candidassero a Presidente della #CommissioneBanche il Sen. @ElioLannutti che pubblicizzò il #ProtocollodeiSavidiSion principale testo falso della letteratura antisemita si aprirebbe un problema grande come una casa. Per me personalmente un problema non superabile».

Leggi anche: