Alitalia, Giuseppe Leogrande sarà commissario unico: verso la proroga della cassa integrazione per 1100 dipendenti

Il supercommissario dovrà gestire ora l’azienda in vista di un prossimo ritorno sul mercato, dopo i tanti tentativi già falliti

Sarà l’avvocato Giuseppe Leogrande a gestire Alitalia come commissario unico. La decisione arriva alla fine dell’incontro tra il ministro dello Sviluppo economico, Stefano Patuanelli, e i commissari straordinari in vista di un prossimo ritorno dell’azienda sul mercato, dopo i tentativi falliti delle scorse settimane.

«Voglio ringraziare i tre commissari Daniele Discepolo, Enrico Laghi e Stefano Paleari per il lavoro svolto in una situazione di criticità – ha detto Patuanelli – e per la sensibilità istituzionale dimostrata in questi mesi nella gestione di un dossier complesso, che purtroppo non ha portato ad una soluzione di mercato definitiva per la compagnia».

«Un ringraziamento va anche al nuovo commissario Giuseppe Leogrande – ha poi aggiunto il ministro – per aver accettato l’incarico. Assieme a lui lo Stato dovrà agire per permettere il rilancio definitivo di Alitalia».

La proroga della cassa integrazione

Alitalia ha aperto una nuova procedura per estendere di altri tre mesi la cassa integrazione straordinaria che scadrà il 31 dicembre. Nella comunicazione inviata ai sindacati, i commissari chiedono di estendere la cigs fino al 23 marzo 2020 per complessivi 1.180 dipendenti, di cui 80 comandanti, 350 addetti del personale navigante e 750 dipendenti del terra. Si tratta di un numero superiore agli attuali 1.075 dipendenti coinvolti dall’attuale cassa. La richiesta sarà oggetto di trattativa con i sindacati.

Leggi anche: