Meno tasse per le microimprese e arriva il “bonus latte” per i bimbi: le novità della Manovra 2020

Tra crisi di governo e scontri nella maggioranza, continua il lavoro sulla manovra

Continua ad arricchirsi di emendamenti la manovra varata del Governo. La Commissione bilancio del Senato ha approvato una serie di emendamenti, dal taglio delle tasse per le microimprese a nuove politiche sociali come il bonus per le mamme che non possono allattare. Grande conquista per le atlete donne che finalmente vedranno riconosciuta la loro uguaglianza, dal punto di vista contrattuale, rispetto ai loro colleghi uomini.

Meno tasse per le microimprese

Zero tasse per i primi tre anni per le microimprese – quelle con meno di 9 dipendenti – che assumono apprendisti di primo livello nel 2020, resta l’aliquota del 20% per gli anni successivi. L’emendamento, introdotto dal Pd è stato approvato dalla commissione Bilancio del Senato.

Bonus per il latte artificiale

Le mamme che non possono allattare potranno godere di un bonus fino a 400 euro al mese fino al sesto mese di vita del neonato. Sarà il ministero della Salute a stabilire entro marzo i requisiti economici oltre alle condizioni mediche (impedimenti all’allattamento al seno, condizioni patologiche, compresi i casi di ipogalattia e agalattia) per i quali sarà permesso l’accesso al bonus, previsto in un emendamento approvato dalla commissione Bilancio del Senato.

Cambia la plastic tax

Cambia ancora la plastic tax. Secondo l’Ansa, sarebbe pronta una nuova modifica alla controversa tassa, la cui entrata in vigore è slittata a luglio del 2020. L’imposta sarà di 45 e non 50 centesimi al chilogrammo, ma verranno colpiti anche i prodotti monouso in tetrapak.

Le atlete diventano sportive professioniste

La commissione Bilancio del Senato ha approvato un emendamento alla manovra che equipara le donne ai colleghi maschi, estendendo dunque le tutele previste dalla legge sulle prestazioni di lavoro sportivo.

Leggi anche: