Querelle social tra Greta Thunberg e le ferrovie tedesche: «Potevi dire che ti abbiamo trovato un posto in prima classe»

L’attivista svedese, dopo il vertice sul clima a Madrid e la manifestazione a Torino, è in viaggio verso la propria casa in Svezia. Ma c’è stato qualche inconveniente

Dopo aver partecipato alla Conferenza dell’Onu sui cambiamenti climatici di Madrid e dopo la partecipazione alla manifestazione a Torino organizzata da Fridays For Future, Greta Thunberg ha intrapreso un lungo viaggio in treno per tornare a casa in Svezia. L’attivista infatti non utilizza voli aerei perché ritenuti troppo inquinanti.

Thunberg, durante il viaggio, ha pubblicato su Twitter una foto che la ritraeva seduta per terra circondata da valigie su un treno della compagnia tedesca Deutsche Bahn, scrivendo: «Viaggio attraverso la Germania su treni sovraffollati. E finalmente sto per tornare a casa!».

Ma la compagnia ferroviaria tedesca nota storicamente per la sua puntualità – ma recentemente colpita da crisi che hanno portato a ritardi dei viaggi, cancellazioni e tariffe esose – non ha gradito il tweet dell’attivista svedese, recentemente nominata “Persona dell’Anno” dal Time

E così, la Deutsche Bahn, ha deciso di rispondere indirettamente a Greta Thunberg, sempre attraverso Twitter: «Cara Greta, grazie per aver supportato la battaglia della Deutsche Bahn contro i cambiamenti climatici! Siamo lieti che tu fossi su un nostro treno sabato». «Un treno – precisa la compagnia ferroviaria – che funziona al 100% con elettricità ecologica». 

Ma la compagnia ferroviaria, in un secondo tweet, ha fatto intuire che l’attivista svedese non abbia viaggiato per tutto il tempo seduta sul pavimento del treno. «Sarebbe stato ancora più bello – si legge nel tweet – se tu avessi anche riferito quanto il nostro team si sia mosso in modo cordiale e competente per farti viaggiare in prima classe».

Dopo il tweet della Deutsche Bahn, Greta Thunberg ha a sua volta risposto indirettamente alla compagnia ferroviaria: «Il nostro treno da Basilea è stato rimosso dalla circolazione. Così ci siamo seduti sul pavimento di due treni diversi. Dopo Goettingen mi sono seduta».

«Questo non è un problema, ovviamente, e non ho mai detto che lo fosse. I treni sovraffollati sono un ottimo segno perché significa che la domanda di viaggi in treno è alta!», ha chiosato Thunberg. Pace fatta? 

Leggi anche: