Terremoto, sciame sismico in provincia di Benevento: nuova scossa tra magnitudo 3.6 e 4.1

Due scosse di magnitudo 3.4 e 3.2 si sono verificate a pochi minuti di distanza

Diverse scosse a pochi istanti una dall’altra si sono verificate in provincia di Benevento, in Campania. L’ultima, registrata alle 11.36, è stata di magnitudo tra 3.6 e 4.1.

La prima scossa di terremoto con magnitudo 3.4, e profondità 17 chilometri, si è verificata alle 9,06 in provincia a tre chilometri da San Leucio del Sannio.

Dai rilievi dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia risulta che un’altra scossa si è poi verificata alle 9.08, con magnitudo 3.2 e profondità 10 chilometri.

Altre due scosse ravvicinate sono state registrate poi nel Beneventano dopo le prime due avvertite attorno alle 9. La prima (ore 9.52) si aggira tra i 3 e i 3.5 gradi di magnitudo, mentre la seconda (ore 9.53) è stata di valore leggermente più alto, stimato tra 3.2 e 3.7.

Sono stati fatti evacuare gli studenti di alcuni istituti scolastici ed edifici pubblici. Non risultano al momento danni o persone coinvolte.

Secondo quanto riporta il quotidiano Il Mattino, il sindaco Clemente Mastella, d’intesa con il prefetto Cappetta e con la Protezione Civile, ha disposto l’immediata chiusura delle scuole e degli edifici pubblici ad eccezione dei servizi e delle strutture emergenziali necessarie per la gestione degli interventi.

Leggi anche: