Buffagni lo ha fatto davvero: mostra il suo test anti-droga. E rilancia la sfida: «Ora tutti i parlamentari…» – Video

L’iniziativa del viceministro M5s dopo la bagarre al senato sulla cannabis light va avanti. Ora però la palla passa agli sfidati

Dalla sfida sul test anti-droga a Matteo Salvini e a tutto il Parlamento, il viceministro M5s Stefano Buffagni non si è tirato indietro, sottoponendosi direttamente all’esame, con tanto di video che mostra i risultati.


Il grillino aveva messo alla prova tutti i parlamentari che polemizzavano sull’emendamento nella Manovra, poi stralciato al Senato, sulla cannabis light. Dal centrodestra, in particolare da Salvini, era partita anche l’accusa di «Stato spacciatore». Il leader della Lega si era detto impaziente di fare il test, ma al momento non si è ancora sottoposto all’esame.

A quelle «reazioni scomposte», Buffagni aveva quindi risposto: «Io credo che mettere delle regole chiare sulla vendita di cannabis light possa solo fare bene a un settore che potenzialmente può creare tantissimi posti di lavoro e togliere mercato alle mafie! Ma visto che Salvini e Meloni fanno i puritani sfido loro e tutti i parlamentari a fare il test anti-droga, non solo sulla cannabis light. Così vediamo se si parla seriamente o è solo propaganda elettorale».

Due giorni dopo la bagarre in aula, Buffagni ha mostrato tronfio i risultati del suo test: «Tutto negativo: sono cocaina, anfetamina, marijuana e oppiacei. Invito tutti i miei colleghi parlamentari, tutti, a dare il loro contributo». Ma per ora, la sfida di Buffagni non è stata ancora raccolta.

Leggi anche: