Sondaggi, Openmedia della settimana: Natale amaro per la Lega (che resta prima) in ripresa Italia Viva

La media delle intenzioni di voto della settimana dal 15 al 21 dicembre

OpenMedia è la media aritmetica settimanale dei sondaggi sulle intenzioni di voto degli italiani in esclusiva per Open.

Concorrono alla media tutti i sondaggi pubblicati dai maggiori istituti demoscopici nella settimana appena conclusa.

Settimana dal 15 al 21/12/2019.

Nell’ultima media settimanale del 2019 la Lega subisce un ulteriore contraccolpo perdendo lo 0,6% e portandosi al 31,4%.

Il partito di Matteo Salvini, stando ai sondaggi qualificati, è accompagnato da un trend negativo ormai da 5 settimane. Un fatto singolare se si considera che in periodo di manovra economica sono avvantaggiati i maggiori partiti di opposizione rispetto a quelli di governo.

In flessione anche il Partito Democratico, tornato questa settimana al 18,7% delle elezioni politiche 2018, ma che quest’anno ha subito due scissioni: quella di Italia Viva e quella di Azione. Tuttavia il 17,3% di Euromedia e il 17,5% di Swg sono un segnale negativo da non sottovalutare.

Il Movimento 5 Stelle regge e rimane stabile al 16,3%, con un massimo nel 18% attribuitogli da Ipsos.

Piuttosto stabile anche FdI al 10,5%, ancora con un trend positivo e vicina all’11% in tre dei dieci sondaggi della settimana appena trascorsa.

Cala leggermente al 6,7% il terzo partito importante della coalizione di centrodestra, Forza Italia.

Buona la performance di Italia Viva, dopo il crollo della settimana scorsa, al 4,6%, in risalita di più di mezzo punto. Il minino è il 3,6% di Ixè, il massimo il 5,3% di Ipsos.

La Sinistra/LeU è al 2,5% con punte del 3,3% e del 3,5%, rispettivamente per Ixè e Swg, mentre Azione di Carlo Calenda è al 2,2% (2,7 % per Euromedia, 3% per Swg).

I Verdi con l’1,8% superano +Europa, fanalino di coda col suo 1,6%.

 (Istituti considerati: Demopolis, Swg, Tecnè, Ixè, Index Research, Emg, Euromedia, Ipsos*, Bidimedia)

*Per Ipsos sono stati considerati i sondaggi del 16/12 e del 21/12

Leggi anche: