Rider investito a Torino, identificato e arrestato l’uomo che era scappato senza prestare soccorso

Si tratta di un 48enne italiano sprovvisto di patente e già fermato per reati di stupefacenti e contro la persona

A Torino, lo scorso giovedì, un rider è stato investito da un’auto pirata nel quartiere San Donato. La persona che è fuggita dopo l’incidente, senza prestare soccorso, oggi è stata identificata dai carabinieri e dagli agenti dellapolizia municipale.

Si tratta di un uomo italiano di 48 anni, sprovvisto di patente perché revocata e già noto alle forze dell’ordine per reati in materia di stupefacenti e contro la persona.

Il riconoscimento è stato possibile grazie alle testimonianze dei passanti – che sono riusciti, tra le altre cose, a ricordare parte della targa dell’auto – raccolte dalla polizia municipale. Ma anche grazie ai frammenti rimasti in terra di uno dei fanali che si è infranto nell’impatto.

La svolta nelle indagini è arrivata sabato sera, in seguito ad alcune chiamate anonime ricevute dalla centrale operativa dei carabinieri. Nonostante le informazioni vaghe, prive di particolari mirati, gli agenti sono riusciti a individuare con certezza l’identità del conducente del veicolo.

I carabinieri sono così partiti alla ricerca dell’auto, setacciando numerose carrozzerie, e individuando, dopo alcuni giorni, il mezzo coinvolto a Grugliasco, città limitrofa al capoluogo piemontese. La macchina si presenta danneggiata in punti compatibili con i frammenti rinvenuti sul luogo dell’incidente.

Sentitosi braccato, il 48enne ha deciso di presentarsi alla questura di Torino. L’uomo è stato posto agli arresti domiciliari in attesa di essere giudicato per lesioni personali stradali gravissime, fuga e omissione di soccorso a seguito di sinistro stradale.

Leggi anche: