Meningite, quinto caso in provincia di Bergamo: 16enne gravissimo

Il giovane, ricoverato all’ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo, ha febbre alta e problemi respiratori. Da ieri disposte vaccinazioni a tappeto nella zona

Quinto caso di sepsi da meningococco nella Bergamasca nel giro di un mese. Un 16enne di Castelli Calepio è stato ricoverato all’ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo in gravi condizioni, con febbre alta e problemi respiratori, come scrive L’Eco di Bergamo.

Già dai primi esami per i medici è stata chiara la diagnosi: il giovane è stato ricoverato in terapia intensiva, intubato e in condizioni molto serie, è stato colpito da meningococco, il batterio che, quando raggiunge il cervello, può dare origine alla meningite.

Tutti gli altri casi

E proprio a Castelli Calepio lavorava Marzia Colosio, la donna di 48 anni di Predore, morta agli Spedali Civili di Brescia per la stessa causa.

Il 3 dicembre scorso, invece, era deceduta, sempre per sepsi da meningococco, la 19enne Veronica Cadei, di Villongo, mentre una studentessa di 16 anni e un uomo di 36, tutti e due di Villongo, erano finiti in ospedale per lo stesso motivo. Ora sono fuori pericolo. 

Casi che si registrano sempre nella stessa zona: l’area del Basso Sebino bergamasco, dove Ats e Regione hanno già attivato una vaccinazione a tappeto.

Leggi anche: