Palermo, Forza Nuova regala calze nere per l’Epifania e all’evento partecipano sindaco e vicesindaco

La bufera si è scatenata non tanto per la “colorita” iniziativa, quanto per la presenza di due figure istituzionali

Forza Nuova festeggia l’Epifania regalando calze nere ai bambini, e insorge la polemica. Succede a Trappeto, città in provincia di Palermo, dove l’evento era stato anticipato giorni fa con un tweet.

«Oggi, in vista dell’Epifania, nella nostra sezione, i militanti hanno donato 100 calze ai bambini. Ringraziamo sindaco e vicesindaco per aver presenziato», avevano scritto.

La bufera si è scatenata non tanto per la “colorita” iniziativa, quanto per la presenza di due figure istituzionali come quelle, appunto, del sindaco e del suo vice.

La polemica sui social

A denunciare la cosa è Antonio Lombardo, deputato in quota Cinque Stelle: «La Befana non è fascista», ha scritto in un post su Facebook, «Non ricordavo le calze nere fasciste! Ritengo gravissimo quello che è accaduto oggi a Trappeto».

Lombardo ha poi detto che «Al di là delle mie personali considerazioni su questo vergognoso episodio, trovo veramente deplorevole la partecipazione del Sindaco e del suo vice alla manifestazione di un gruppo fascista, come ad avallare questo scandaloso evento».

E ha invitato il primo cittadino e il vicesindaco a chiedere scusa per aver autorizzato una manifestazione capitanata da un gruppo di neofascisti.

La reazione del sindaco

«L’iniziativa è stata promossa da un gruppo di persone che aderiscono ad un partito politico. Io e il vicesindaco siamo stati invitati in quanto l’iniziativa era indirizzato ai bambini di Trappeto», ha replicato il sindaco di Trappeto Santo Cosentino.

E poi: «Un gesto da apprezzare al di là delle appartenenze politiche. Qualsiasi gesto si faccia positivo, o comunque a favore della mia comunità, verrà sempre apprezzato dal sottoscritto e dalla mia amministrazione. Chiunque intende strumentalizzare, si sbracci per rendersi utile in questa società civile invece di criticare sempre».

Cosentino non è nuovo a scivoloni di questo genere: la scorsa estate era stato aspramente criticato sulla pagina ufficiale del Comune per aver condiviso un post in cui ringraziava i ragazzi della sezione comunale di Forza Nuova per aver ripulito e rimesso a nuovo alcuni spazi pubblici.

Leggi anche: