Da dove prendono i soldi Harry e Meghan? Il tesoretto delle rendite: a quanto rischiano di rinunciare

A quali entrate erano abituati, di quali faranno a meno e da cosa non si separeranno

Non c’è persona in occidente a non sapere che il duca e la duchessa di Sussex, il principe Harry e Meghan Markle, hanno rinunciato al loro status di “reali” della Corona inglese, per avere una maggiore «autonomia finanziaria».

Ma cosa comporta realmente una scelta di questo tipo? Ad andare più a fondo nella questione è stata la Bbc, che ha pubblicato un approfondimento sulla provenienza dei soldi riservati ai membri “senior” della famiglia reale inglese.

Chi ha coperto le loro spese finora

Stando a quanto dichiarato dagli stessi Harry e Meghan, al momento il 95% delle entrate arriva direttamente dal Principe del Galles, cioè Carlo, il padre di Harry e William. È lui a pagare le spese pubbliche (e in qualche misura anche quelle private) di entrambe le famiglie di Cambridge e Sussex, attingendo direttamente dai beni del Ducato di Cornovaglia (fatto di investimenti finanziari e proprietà, che solo lo scorso anno ha fruttato 21,6 milioni di sterline).

L’altro 5% delle entrate arriva invece dal Sovereign Grant, e cioè il pagamento che ogni anno viene versato dallo Stato (quindi dai contribuenti) alla famiglia reale al fine di finanziare le sue funzioni ufficiali. Nell’ultimo anno finanziario, il contributo è stato di 82,4 milioni di sterline (sono escluse le spese di sicurezza)

A cosa rinunciano (e a cosa no)

Stando a quanto dichiarato da Harry e Meghan, la loro “dichiarazione di indipendenza” economica comporta la rinuncia al contributo statale (il Sovereign Grant), che, come visto, corrisponde al 5% delle loro entrate.

Non è ancora chiaro se saranno privati anche gli aiuti economici del Ducato (come minacciato da Carlo in persona), ma, secondo quanto riportato dalla Bbc, i due continueranno a ricevere dei servizi gratuiti dalla Metropolitan Police per la loro sicurezza (servizi dei quali non si hanno i dettagli economici).

Harry e Meghan hanno anche dichiarato che rimarranno proprietari della loro casa nel Regno Unito, il Frogmore Cottage, poco distante dal castello di Windsor, che è stato ristrutturato lo scorso anno con 2,4 milioni di sterline provenienti dai contributi pubblici (provenienti dal Sovereign Grant).

Che altro c’è

Oltre alle coperture sopra riportate, a riempire le finanze dei reali ci sono anche le cospicue eredità lasciate in dote dai parenti reali. La principessa Diana ha lasciato al principe William e a suo fratello Harry 13 milioni di sterline. Stando alla Bbc, il duca di Cambridge gioverebbe anche di un’eredità lasciata dalla sua bisnonna, anche questa pari a milioni di sterline.

Per quanto riguarda Meghan, possiede già un suo discreto gruzzolo: durante le riprese della serie tv Suits, ha ricevuto un compenso di 50mila dollari a episodio. Altre entrate provengono dal suo blog, oltre che dalla linea di moda che ha disegnato per un brand canadese.

Secondo il Times, l’ex attrice ha firmato un accordo con la Disney per registrare una voce fuori campo, in cambio di una donazione da parte del colosso statunitense a favore di un’organizzazione ambientalista che protegge elefanti, Elephants without Borders.

Secondo David McClure, autore di un libro sulla finanza reale, da ora in poi Harry e Meghan potrebbero “guadagnarsi da vivere” scrivendo libri e facendo televisione.

Leggi anche: