Famiglia, per la ministra Bonetti (Italia Viva) le adozioni gay non sono in programma

«Sono argomenti che vanno a toccare la definizione di umanità della nostra società – ha detto la ministra – e se il Parlamento deciderà di affrontarli, mi auguro che venga fatto lontano da qualsiasi forma ideologica».

La ministra per le Pari opportunità e la Famiglia Elena Bonetti (Italia viva) a Rimini ha risposto sulla possibilità che il governo porti avanti leggi come la possibilità di adozione per le coppie gay: «Come ministro per la Famiglia accoglierò eventuali percorsi che il Parlamento decide di mettere in campo. Oggi questi percorsi non sono in pista. Sono argomenti che vanno a toccare la definizione di umanità della nostra società e se il Parlamento deciderà di affrontarli, mi auguro che venga fatto lontano da qualsiasi forma ideologica».

«In questo momento il nostro Paese – ha aggiunto la ministra – ha bisogno di riconciliarsi certamente riguardo ad alcune posizioni polarizzanti». Quanto a una legge contro l’omotransfobia, ha continuato, «la maggioranza l’ha messa in campo», e «come ministro per le Pari opportunità e la Famiglia sarò accanto al percorso parlamentare per questa battaglia di civiltà necessaria».

Immagine di copertina – La ministra delle Pari opportunità e della Famiglia, Elena Bonetti, durante il convegno di Economia Italiana ” Gender gaps in the Italian economy and the role of public policy”, Roma, 10 dicembre 2019.

Leggi anche: