Greta Thunberg tra i relatori di Davos: «Si parla di clima ma ancora non si agisce»

L’attivista svedese ha promesso che «questo è solo l’inizio» della sua battaglia

«Nessuno se lo sarebbe aspettato, c’è una maggiore consapevolezza e il cambiamento climatico è diventato un tema “caldo”. Ma da un altro punto di vista non è stato fatto nulla, le emissioni di Co2 non sono state ridotte ed è questo il nostro obiettivo».

Greta Thunberg, la giovane attivista svedese che combatte per il clima e tra i relatori al Forum economico mondiale – nella piccola cittadina di Davos, in Svizzera -, ha fatto il suo esordio alla conferenza con queste parole. La ragazza ha promesso che «questo è solo l’inizio» e ha auspicato che «si inizi ad ascoltare la scienza e si inizi a considerare la crisi per quello che è».

Foto: Epa | Greta Thunberg a Davos

«Non posso certo lamentarmi di non essere ascoltata, vengo ascoltata in continuazione Ma la scienza, e i giovani, in generale non sono al centro del dibattito sul clima. Invece si tratta del nostro futuro e c’è bisogno di portare la scienza al centro della conversazione», ha detto, mentre, durante il suo discorso era circondata da altri giovani attivisti.

«Le persone muoiono a causa del cambiamento climatico e anche una sola frazione di grado centigrado di riscaldamento è importante. Ma non credo di aver mai visto un solo media comunicarlo, so che non volete dirlo». E poi ha sferrato l’attacco: «Ma io continuerò a ripeterlo finché voi non lo scriverete».

Leggi anche: