Virus Cina, cinque casi sospetti in Europa: uno in Francia e quattro in Scozia

Sarebbero tutti cittadini cinesi

C’è un caso sospetto di coronavirus in Francia. A svelarlo è il quotidiano Le Figaro: si tratta di una donna cinese, proveniente dalla città di Wuhan, arrivata ieri su territorio francese, con sintomi di «febbre e tosse».

L’Ambasciata di Cina in Francia ha riferito in una nota di aver ricevuto «chiamate e mail da diversi cittadini cinesi, che segnalavano che una donna originaria dalla città di Wuhan aveva scritto sul proprio account Wechat di avere sintomi di febbre e tosse, di aver preso degli antipiretici e di essere riuscita a passare il controlli all’aeroporto, riuscendo a entrare in territorio francese».

Venuta a conoscenza di queste informazioni, l’Ambasciata di Pechino a Parigi, considerandole «di grande importanza», ha «contattato la sera del 22 gennaio la persona coinvolta, Madame Yan, chiedendole di chiamare rapidamente i servizi di emergenza per farsi prendere in carico».

Non si sa cosa sia accaduto dopo. Intanto la ministra della Salute francese, Agnès Buzyn, non ha confermato la ricostruzione dei fatti aggiungendo che «sono in corso indagini». Se fosse confermato, sarebbe il primo caso in Europa.

In Scozia

Quattro, invece, i casi sospetti di coronavirus in Scozia, così come riferito da SkyNews secondo cui si tratta di quattro cittadini cinesi, sottoposti ora ai test.

Italiani in Cina

Una ventina gli italiani che si trovano attualmente a Wuhan, la città cinese focolaio dell’emergenza virus. Alcuni sono residenti, altri invece sono lì per studio o per turismo. Infine l’ambasciata d’Italia a Pechino ha fatto sapere di essere in contatto con tutti i connazionali a Wuhan.

Leggi anche: