Il numero uno cinese ammette: «La situazione è grave, l’epidemia accelera»

In Cina sono quasi 1300 le persone contagiate, 41 i decessi

Dopo giorni di rassicurazioni, il presidente cinese Xi Jinping ha ammesso la “gravità” della situazione” in merito al coronavirus che solo in Cina conta quasi 1300 contagi e 41 decessi. «Di fronte alla grave situazione di un’accelerazione della diffusione del nuovo coronavirus, è necessario rafforzare la leadership centralizzata e unificata del Comitato centrale del Partito», ha detto il presidente.

Xi Jinping ha però assicurato che la Cina può ancora vincere la battaglia. «Finché avremo fiducia costante, lavoreremo insieme, con prevenzione e cure scientifiche e politiche precise, saremo sicuramente in grado di vincere la battaglia», ha detto nel suo secondo intervento pubblico dall’inizio della crisi.

Leggi anche: