Coronavirus, 27 nuovi casi tra Pechino e Shanghai. Cancellate le prove di Coppa del mondo di sci

Il contagio avanza in Cina fuori da Wuhan, dove è scoppiato il primo focolaio

Le autorità cinesi hanno accertato 11 nuovi casi di contagio da Coronavirus a Pechino e 16 a Shanghai, dove si è registrato il quinto caso di un paziente che ha superato l’infezione dopo i trattamenti in ospedale.

A Shanghai l’ultimo aggiornamento del bollettino della diffusione del virus avverrà ogni 12 ore, sarà usata anche la medicina tradizionale cinese come strumento di prevenzione e di controllo dell’epidemia, in base a quanto riferito in conferenza stampa da Wu Jinglei, direttore della locale Commissione sanitaria.

Intanto, è salito a 132 il numero dei morti causati finora dal virus, a fronte di 5974 casi accertati. Il bilancio è stato stilato alle 8 locali dalla Commissione sanitaria nazionale cinese.

Con i nuovi casi annunciati il coronavirus ha superato quello del 2002-2003 legato alla diffusione della Sars, la sindrome respiratoria acuta grave che si era fermata a quota 5327, in base alle statistiche fornite dall’Organizzazione mondiale della sanità. Quanto ai decessi, i 132 casi finora imputabili al coronavirus di Wuhan sono ancora lontani dai 349 di fine 2003.

Gli effetti del virus hanno colpito anche lo sport. Le prove di Coppa del mondo di sci, previste in Cina a febbraio, sono state annullate. Nelle prossime ore si deciderà se annullare completamente le gare previste per il weekend del 15-16 a Yanqing.

Leggi anche: