La Roma gioca solo un tempo: il Sassuolo vince 4-2

Travolgente prima mezzora dei neroverdi. Gli ospiti si svegliano tardi

Prima sorpresa nel week end di serie A. La Roma di Fonseca cade 4-2 al Mapei Stadium contro il Sassuolo. Devastante la prima mezzora dei neroverdi: Caputo fa doppietta (7′ e 16′), triplica Djuricic (26′), approfittando delle clamorose distrazioni della difesa ospite. La Roma rientra forte nella ripresa. Accorcia con Dzeko (56′) e il rigore di Veretout (72′) nonostante l’espulsione di Pellegrini (69′). Poi è Boga, però, a chiuderla un minuto dopo. Finisce con lo stesso risultato, e in parte la stessa dinamica, della gara d’andata, ma a parti invertite. La Roma resta quarta, ma rischia ora di essere superata dall’Atalanta (al momento a -1).

L’onda neroverde

Il primo tempo della Roma sconfessa quanto di buono fatto contro la Lazio e rievoca il pessimo primo tempo di Coppa Italia allo Stadium. Il Sassuolo non è la squadra di Inzaghi, tanto meno quello di Sarri, ma trova con De Zerbi gli argomenti per mettere alle corde i giallorossi.

Molta pressione sui portatori, esterni attivissimi nelle ripartenze e così in mezzora la Roma si ritrova sotto di tre gol. Due li segna Caputo, uno Djuricic. Tutti grosso modo uguali: attacco della verticale e dormite colossali della difesa ospite.

Il Sassuolo sfrutta in particolare le doti di Boga e Berardi, agevolato anche da una Roma in totale stato confusionale. L’infortunio di Diawara ha lasciato un buco in mezzo al campo: Veretout e Cristante si affannano nel fare play making, ma non è esattamente il loro ruolo naturale. Nessuno si butta dentro, Dzeko non vede mezzo pallone, Mancini in difesa è alla peggior prestazione che si ricordi. E la Roma intravede il baratro.

Il gol numero 100 di Dzeko con la Roma, Ansa

Quasi ribaltone

Così, invece, non è perché nella ripresa del Sassuolo del primo tempo c’è poco. E niente. La Roma schiaccia i neroverdi nella loro area. Al 55′ Dzeko prende il palo, poi sul prosieguo dell’azione (e cross di uno spento Pellegrini) fa 3-1, segnando il gol numero 100 in giallorosso.

Alla squadra di De Zerbi viene il braccino e quando riesce a ripartire non ha la lucidità dei primi 45′. La Roma vuole approfittarne e quasi ci riesce: Consigli e Locatelli salvano sulla linea due conclusioni di Cristante e Dzeko. Poi Pellegrini si fa buttare fuori per doppio giallo.

Ancora una volta, però, non è finita. E Boga diventa protagonista nelle due aree. Prima mette un braccio di troppo nella sua, e Veretout segna il rigore del 3-2; poi, tempo di rimettere la palla al centro, punta l’area e segna un gol a giro meraviglioso. E’ il 4-2 finale. Che lascia l’amaro in bocca e molti interrogativi a Paulo Fonseca.

Foto di copertina Ansa