Cr9 dal dischetto e De Ligt: la Juve non brilla ma batte una buona Fiorentina (3-0)

Doppietta di Cristiano Ronaldo, a segno per la nona partita consecutiva in campionato

Non brilla, proprio come successo a Napoli, ma torna alla vittoria la Juventus di Maurizio Sarri. Una doppietta su rigore di Ronaldo (40′ e 80′) e un colpo di testa di De Ligt (91′) condannano una buona (e pericolosa) Fiorentina. I tre punti dello Stadium permettono ai bianconeri di salire momentaneamente a +6 sull’Inter, di scena stasera a Udine.

Fiammate Viola

Non è una passeggiata di salute per la Juve che, tra l’altro, non vive un momento di grande ‘benessere estetico’. Sarri lancia un 4-3-1-2 che di fatto è 4-3-3 perché Douglas Costa, che si aggiunge a Ronaldo e Higuain, fa l’ala destra a tutti gli effetti. Il brasiliano è il più attivo, ma le vere occasioni nel primo tempo sono tutte della Fiorentina. In particolare intorno al 20′ quando su un doppio tacco di Benassi e Chiesa serve una prodezza di Szczesny per evitare il vantaggio ospite.

La Juve non riesce a scuotersi, zero tiri in porta, ma una vampata cambia l’inerzia: al 40′ polso ‘anomalo’ per l’arbitro Pasqua di Pezzella su tiro di Pjanic. Ronaldo è perfetto dal dischetto e va a segno per la nona gara consecutiva in campionato.

Duello acceso

E’ una mazzata per la Fiorentina che, però, continua a fare la sua partita. Nella ripresa Iachini spedisce dentro anche Vlahovic a fare compagnia a Chiesa e Cutrone. E’ Benassi, però, a sfiorare il pari con un tiro teso come una corda di violino. Dall’altra parte miracolo di Dragowski su Higuain. La Juve, che vede crescere Rabiot in mezzo al campo, non si esprime per come Sarri vorrebbe, ma trova un altro episodio chiave al 78′. Bentancur va in percussione in area e trova il contatto di Ceccherini. Rigore, confermato dall’arbitro dopo l’on field reviewd, Fiorentina arrabbiata, Ronaldo implacabile. Doppietta, sono 22 in stagione con la Juve. Che poi trova il tris al 91′ con un colpo di testa di De Ligt. Risultato rotondo, ma troppo pesante per la Viola. La Juve non strappa applausi agli edonisti di settore, ma torna a vincere e prova a scappare di nuovo.

Foto di copertina Ansa

Leggi anche: