La Lazio demolisce la Spal (5-1) ed è seconda. Atalanta e Milan: frenate interne

Immobile fa 25 in campionato. Punti esterni preziosi per Genoa e Verona

La Lazio dà i numeri, li fa, se li gode. Nel 5-1 alla Spal Immobile raggiunge quota 25 gol in campionato, l’Aquila infila il sedicesimo risultato utile consecutivo e scavalca l’Inter al secondo posto (+1), portandosi a -5 dalla Juve. In attesa di recuperare la gara di mercoledì contro l’Hellas, la squadra di Inzaghi disintegra la Spal già nel primo tempo con le doppiette di Immobile (anche un assist per lui) e Caicedo. Nella ripresa le firme, da contorno, di Adekanye (primo gol per il ’99 della Lazio) e Missiroli.


Dea distratta e sprecona

Non si distrae la Lazio con la Spal, lo fa ancora l’Atalanta con squadre di bassa classifica. Dopo la sconfitta interna proprio con gli spallini, arriva il pari sempre a domicilio contro il Genoa (2-2). Anche qui tutto nel primo tempo. La Dea passa con Toloi, viene ripresa e superata da Criscito (rigore) e Sanabria. Ilicic fa poi 2-2 refertando il suo 14esimo gol in campionato. Record personale. Nella ripresa è un assedio, ma tra Perin e imprecisione i nerazzurri non passano.

Tre pali a San Siro

L’Atalanta aggancia al quarto posto la Roma. Dietro tutto apertissimo per l’Europa League. Nello scontro diretto di San Siro Milan e Verona fanno 1-1. Vantaggio ospite con Faraoni, pari rossonero sempre nella prima frazione di gioco su punizione di Calhanoglu deviata da Verre. Nella ripresa il Diavolo, privo tra gli altri di Ibra alle prese con la tonsillite, viene graziato dai pali. Il Verona ne colpisce due con Pessina e Zaccagni. Negli ultimi 20 minuti, complice il rosso diretto ad Amrabat per un fallaccio su Castillejo, il Milan carica e al 93′ colpisce il palo proprio con lo spagnolo. Il risultato non cambia. Il Diavolo, che fa esordire nel recupero anche Daniel Maldini, figlio di Paolo, resta sesto in compagnia di Cagliari e Parma. Due punti dietro c’è il Verona, che mercoledì recupera la gara di campionato a Roma contro la Lazio.

Foto di copertina Ansa

Leggi anche: