Open Arms, attivato il protocollo sanitario contro il Coronavirus prima dello sbarco

La nave dell’Ong spagnola, con 343 migranti a bordo, è attraccata nel porto di Pozzallo. Si tratta del primo sbarco dall’inizio dell’emergenza sanitaria

La nave dell’Ong spagnola, con 343 migranti a bordo, è attraccata nel porto di Pozzallo. Le operazioni di sbarco sono più lunghe del previsto: lo stato di emergenza dichiarato dal governo per il Coronavirus impone un lungo protocollo sanitario.

Sulla nave è salito il medico di porto, Vincenzo Morello, insieme ad altri tre colleghi. I migranti sono stati soccorsi in 5 diverse operazioni. Imponente la macchina dell’accoglienza, con ambulanze e medici in banchina. Si tratta del primo sbarco dall’inizio dell’emergenza sanitaria.

I migranti erano stati salvati dalla Open Arms il 28 gennaio ed erano in attesa dell’assegnazione di un porto sicuro per lo sbarco dopo il rifiuto di Malta. Intanto, Bruxelles è al lavoro sulla ripartizione delle quote sulla base degli accordi di Malta.

Leggi anche: