Coronavirus, fonti Farnesina: «Negativo il 17enne italiano rimasto a Wuhan»

Niccolò, che è andato in Cina con il progetto Intercultura, è rimasto a terra perché aveva qualche linea di febbre

Il ragazzo di 17 anni che sarebbe dovuto partire insieme agli altri 56 italiani che ieri, 3 febbraio, sono atterrati a Roma da Wuhan, sarebbe negativo al Coronavirus. Lo confermano all’agenzia di stampa Ansa fonti della Farnesina.

Niccolò, che è andato in Cina con il progetto Intercultura, è rimasto a terra perché aveva qualche linea di febbre. «Non preoccupatevi, sono seguito molto bene. Si vede che doveva andare così che dovevo fermarmi ancora un po’», ha detto ieri ai genitori.

Il test, fatto questa mattina in un ospedale universitario di Wuhan, ha dato un esito negativo, lasciando aperta l’opzione della febbre da raffreddore. Attualmente, la Farnesina è al lavoro per poterlo riportare in patria il prima possibile, mentre sono in corso riunioni operative a vari livelli in tal senso.

Il ragazzo è attualmente in un hotel di Wuhan. Il 17enne viveva in una zona distante da Wuhan dove però si è recato per le festività di Capodanno con la famiglia che lo ospita in Cina. Intanto si trovano in quarantena gli italiani che ieri sono stati rimpatriati da Roma.

Leggi anche: