Treno deragliato a Lodi, la Procura indaga anche Rfi. Nominati gli stessi periti dell’incidente di Pioltello

Proprio in queste ore la procura di Lodi sta perfezionando il conferimento dell’incarico a due consulenti che dovranno occuparsi di verificare le cause del deragliamento del Frecciarossa

Anche Rete ferroviaria italiana, oltre ai cinque operai, è indagata per il deragliamento del Frecciarossa 1000 avvenuto giovedì scorso in cui hanno perso la vita due macchinisti e 31 persone sono rimaste ferite. A renderlo noto è la Procura di Lodi spiegando che Rfi risulta essere indagata sulla base della legge sulla responsabilità amministrativa degli enti.


L’inchiesta

Intanto, la procura di Lodi sta perfezionando il conferimento dell’incarico a due consulenti che dovranno occuparsi di verificare le cause del deragliamento. Solo due tra gli operai indagati avrebbero materialmente operato sullo scambio “sotto accusa” come possibile causa dell’incidente. Gli altri tre indagati sarebbero stati in squadra con loro ma non avrebbero agito in prima persona sullo scambio.

Chi sono i periti

Quanto ai periti incaricati dalla Procura di Lodi sono gli stessi chiamati, a suo tempo, dalla Procura di Milano per il disastro di Pioltello, quindi gli ingegneri Roberto Lucani e Fabrizio D’Errico. I periti incaricati dovranno svolgere accertamenti irripetibili sul luogo dell’incidente per poi redigere, a fine lavoro, una relazione sulla dinamica del deragliamento del treno.

Leggi anche: