Air Italy in liquidazione: piano di garanzia per 35mila passeggeri. Mit convoca i liquidatori

I voli passeggeri saranno «garantiti sino al 25 febbraio, successivamente i passeggeri saranno “riprotetti” o rimborsati»

Gli azionisti di Air Italy, Alisarda e Qatar Airways, attraverso AQA Holding, a causa delle persistenti e strutturali condizioni di difficoltà del mercato, hanno deciso all’unanimità di mettere la società Air Italy in liquidazione in bonis.


Intanto, la Ministra delle Infrastrutture e dei Trasporti, Paola De Micheli, ha convocato per domani, 12 febbraio 2020, i Commissari liquidatori della Società: Enrico Laghi e Franco Maurizio Lagro. All’incontro saranno presenti anche la Sottosegretaria allo Sviluppo Economico, Alessandra Todde, e il Presidente di Enac, Nicola Zaccheo.

L’ex Meridiana, nel suo primo anno di vita nel 2018, aveva riportato una perdita complessiva di 164 milioni di euro. E nel 2019 il bilancio negativo avrebbe superato i 200 milioni di euro.

Una situazione troppo in caduta per permettere alla Qatar Airways, che controlla il 49% delle quote, di ricapitalizzare l’azienda. I qatarioti avevano presentato un piano industriale molto ambizioso: 50 aerei in cinque anni, dieci milioni di passeggeri, di cui otto su Malpensa, 1.500 assunzioni e nuove rotte intercontinentali.  

In una nota Qatar Airways aveva chiarito di essere pronta, ancora una volta, a fare la «propria parte nel sostenere il rilancio e la crescita della compagnia aerea, ma ciò sarebbe stato possibile esclusivamente con l’impegno di tutti gli azionisti».

Ma gli investimenti non sono stati sufficienti al rilancio: la situazione è stata molto più complicata, a causa sia del contenzioso con Alitalia sui collegamenti tra Italia continentale e Sardegna, il punto di forza dei servizi di Air Italy (disputa poi conclusa ma apportando comunque danni alla compagnia emiratina), sia per l’acquisto di 3 aerei Boeing 737 Max 8 che venivano utilizzati per le tratte a corto e medio raggio, che però sono fermi dallo scorso marzo dopo il blocco imposto dalle autorità internazionali in seguito all’incidente del volo ET302 in Etiopia.    

I numeri

Air Italy conta circa 1.200 dipendenti, di cui 550 in Sardegna. La flotta è composta da 9 aeromobili, di cui 3 Airbus impiegati sul lungo raggio. Le destinazioni coperte sono 26. Qatar Airways aveva investito ​inizialmente 39 milioni di euro (aprile 2017-marzo 2018) e l’anno dopo altri 51,3 milioni circa. Con le perdite di Air Italy registrate nel 2018, il vettore di Doha aveva registrato già di suo un dato negativo di 3,8 milioni di euro, ma poi ha dovuto mettere a bilancio anche un ulteriore passivo di 66 milioni di euro.

Voli fino al 25 febbraio

Air Italy ha confermato che i voli passeggeri saranno «garantiti sino al 25 febbraio negli stessi orari stabiliti. Successivamente i passeggeri saranno “riprotetti” o rimborsati».

La compagnia aerea continuerà a «garantire – si legge in una nota – i servizi contrattualizzati con il Ministero della difesa e gli oneri di servizio pubblico, per tutta la durata degli impegni assunti. Alisarda e Qatar Airways, soci rispettivamente al 51% e 49% della controllante di Air Italy, AQA Holding, si sono impegnati a garantire il pagamento di tutti i creditori, inclusi i fornitori di servizi aeroportuali».

I voli – si legge in una nota – sino al 25 febbraio saranno operati agli orari e nei giorni previsti da altri vettori mentre i passeggeri che hanno prenotato voli in partenza in date successive al 25 febbraio saranno “riprotetti” o rimborsati integralmente.

Leggi anche: