Nuoto, annullata la squalifica a 4 anni per doping a Filippo Magnini

A novembre 2018 la Procura aveva chiesto il doppio degli anni per il nuotatore

Il Tas – Tribunale Arbitrale dello Sport – ha assolto Filippo Magnini, annullando la squalifica a quattro anni per doping che era stata inflitta all’ex campione azzurro di nuoto dagli organi di giustizia sportiva italiana. Ex nuotatore, considerato il miglior stileliberista di sempre, su distanze brevi, a novembre 2018 il Tribunale antidoping di Roma aveva chiesto quattro anni di squalifica, dopo avergli riconosciuto l’accusa di uso e tentato uso di sostanze dopanti, e facendo cadere invece le accuse di favoreggiamento e somministrazione o tentata somministrazione di sostanze. La procura sportiva ne aveva invece chiesti otto.

«Sono dispiaciuto e anche arrabbiato, ma me l’aspettavo», aveva dichiarato allora Magnini. «So che la sentenza era stata scritta già prima del 15 ottobre, prima che io venissi qui a parlare. Perché? Non lo so, ce lo stiamo chiedendo con gli avvocati, stiamo pensando a chi potrei aver pestato i piedi. Ho pensato di tutto, che il mio movimento “I am doping free” possa aver dato fastidio a qualcuno, che io potessi essere una pedina per colpire qualcuno più importante. Non ho fatto nulla, questa sentenza è ridicola».

In copertina ANSA/Claudio Onorati| Filippo Magnini al Rome Film Festival, Roma, 3 novembre 2017.

Leggi anche: