Roma, elezioni suppletive per la Camera: vince Gualtieri (Pd) con il 62,2% dei consensi

Il ministro dell’Economia prenderà il posto da deputato lasciato libero da Paolo Gentiloni dopo la nomina a commissario europeo

Non c’è stata partita alle elezioni suppletive nel collegio uninominale Lazio 1 alla Camera: il candidato del centrosinistra, a fine scrutinio, ha ottenuto il 62,2% dei voti. Il centrodestra, che aveva schierato l’avvocato Maurizio Leo di Fratelli d’Italia, si è fermato al 26,1%. Tracollo per il Movimento 5 stelle, la cui candidata Rossella Rendina è stata votata dal 4,4% degli elettori.

Roberto Gualtieri, del Partito democratico, prenderà il posto di Paolo Gentiloni, nominato commissario europeo agli Affari economici. Si è votato nei rioni centrali di Roma, da tempo cassaforte di consenso per il centrosinistra (Campo Marzio, Castro Pretorio, Celio, Esquilino, Flaminio, Monti, Prati, Testaccio, Trastevere, Trevi, Trionfale). Alle 23 del primo marzo hanno votato, però, solo il 17,7% degli aventi diritto: 32.800 romani su 186.234.

Le reazioni della politica

Tra i primi a congratularsi con Gualtieri per il risultato è il segretario del Pd, Nicola Zingaretti: «Bravo Roberto, un’altra vittoria. L’alleanza funziona, da un po’ si è tornati a vincere. Grazie a tutte e a tutti coloro che hanno creduto e combattuto in una situazione difficile. E non finisce qui!». Esulta anche il ministro della Difesa, Lorenzo Guerini: «I cittadini di Roma centro hanno scelto competenza, passione e impegno. E hanno votato la persona giusta per sostenere la loro città».

Leo di Fdi accetta la sconfitta: «Ci siamo battuti con tutte le forze per affermare le nostre idee per la nazione in materia economica e fiscale e dare il nostro contributo per risolvere le molte problematiche della Capitale. Mi auguro che il ministro rappresenterà davvero in Parlamento coloro che l’hanno votato». Meno concilianti i toni usati, durante le procedure di voto, da Giorgia Meloni. La leader del partito del candidato sconfitto aveva dichiarato: «La protervia di questo governo abusivo è ormai oltre i limiti. Gualtieri rilascia interviste come se non esistesse il silenzio elettorale».

Il riferimento è alle dichiarazioni che Gualtieri ha rilasciato circa l’azione del governo per il contenimento dell’epidemia del Coronavirus: «Il ministro ha soltanto spiegato quello che il governo sta facendo per sostenere e aiutare famiglie e imprese a far fronte all’emergenza coronavirus», ha spiegato la segreteria del Pd. Proprio durante le operazioni di voto, gli scrutatori hanno indossato guanti in lattice monouso per consegnare le schede agli elettori.

Sullo stesso tema: