A Palermo scatta la grigliata sul tetto: «Bevete, così si combatte il Coronavirus…». Beccati dall’elicottero della polizia – Video

Più di una decina di persone voleva passare il pranzo di Pasqua sul tetto del palazzo, nella speranza di evitare i controlli per l’emergenza Coronavirus. Ma la festa con musica e fuochi d’artificio non è passata inosservata

È scattato il fuggi fuggi generale sul tetto di un palazzo nel quartiere Sperone di Palermo, quando un prima un elicottero della polizia e poi le auto della Guardia di Finanza sono arrivate per interrompere una grigliata improvvisata tra alcune famiglie, nonostante i divieti di assembramenti per l’emergenza Coronavirus. Come mostrato dai video circolati sul web, con tanto di diretta Facebook di uno dei partecipanti che si vantava come quello fosse «la vitamina migliore per combattere il virus».

A decine si sono ritrovati per passare assieme il pranzo di Pasqua, con tanto di musica e qualche fuoco d’artificio. Una brava di «incoscienti criminali» l’ha definita il sindaco di Palermo Leoluca Orlando, non solo per la totale assenza del rispetto delle distanze minime, ma anche perché sul tetto c’erano diversi bambini e mancavano del tutto delle ringhiere di protezione.

Il parere degli esperti:

Leggi anche: