Migranti, quattro nuovi sbarchi a Lampedusa. Musumeci contro il governo: «Noi lasciati soli, qui non c’è più posto»

I migranti si trovano attualmente sul molo Favaloro, dove sono state allestite le tende per il pre-triage per l’emergenza Coronavirus, in attesa che venga decisa la loro destinazione: l’hotspot dell’isola è pieno

Nelle scorse ore circa 150 migranti sono arrivati a Lampedusa. Dopo l’approdo, questa notte, di due barconi con 72 e 64 persone a bordo, sono arrivate questa mattina, 5 maggio, altre due imbarcazioni. I migranti si trovano attualmente sul molo Favaloro, dove sono state allestite le tende per il pre-triage per l’emergenza Coronavirus, in attesa che venga decisa la loro destinazione: l’hotspot dell’isola è pieno.

Intanto sia il sindaco Totò Martello che il governatore della Sicilia Nello Musumeci hanno chiesto che venga inviata una nave sulle coste di Lampedusa dove trasferire i migranti per la quarantena. Musumevi ha anche chiesto aiuto al governo, denunciando di essere stato lasciato solo a gestire l’emergenza.

«Non è possibile che i natanti con i migranti debbano potere arrivare sull’isola e sbarcare quei poveri fratelli quando l’hotspot è assolutamente stracolmo – ha detto il governatore, come riporta Il Giornale di Sicilia. – La Sicilia ha già tantissimi problemi, e il governo non può assolutamente scaricare questo dramma sul sistema sanitario e sociale regionale, alimentando la paura di una nuova diffusione del contagio del Coronavirus».

Leggi anche: