Coronavirus, donna incinta viaggia (con scalo) da Londra a Palermo. Ricoverata: è grave

La donna, al settimo mese di gravidanza, ha passato tutti i controlli e le procedure di sicurezza. Le condizioni si sono aggravate giunta in Italia

Due viaggi in aereo. Il primo da Londra e Roma e il secondo da Roma a Palermo. Due voli, tre aeroporti e tutti i controlli e le procedure per il Coronavirus completate. Eppure non è servito per trovare le tracce della malattia in una donna arrivata a Palermo in questi giorni. Tracce che nelle nella serata di ieri sono esplose, costringendo la donna a un ricovero in ospedale.

34 anni, origini straniere, incinta al settimo mese. La donna aveva seguito tutti i protocolli necessari: si era registrata sul portale della regione Sicilia per i rimpatri e si era sottoposta a tutti i controlli. Le sue condizioni di salute erano buone e non lasciavano spazio a preoccupazioni. Fino a ieri sera, quando è stata portata d’urgenza all’Ospedale Cervello di Palermo dopo essere risultata positiva al Covid-19

Ora i medici hanno spiegato che le sue condizioni sono serie e che stanno valutando se far nascere il bambino con un parto cesareo. Intanto gli operatori del’Asp di Palermo stanno cercando di risalire a tutti i contatti avuti dalla donna, dai passeggeri dei due voli al personale di terra negli aeroporti, fino alle persone che la donna ha incontrato appena arrivata a Palermo.

Leggi anche: