Bersani: «Con il centrodestra non sarebbero bastati i cimiteri». Salvini: «Disgustoso»

Contro le parole dell’ex leader del Pd anche Giorgia Meloni, che su Facebook ha scritto: «L’odio ideologico della sinistra non si ferma nemmeno davanti ai morti»

«Se avessero governato loro, non sarebbero bastati i cimiteri». Sono queste le parole dette da Pier Luigi Bersani a Cartabianca la sera del 3 giugno durante un’intervista con Bianca Berlinguer. L’ex segretario del Pd fa riferimento, come si può intuire, alla gestione dell’epidemia di Coronavirus. Bersani giustifica la durezza del suo commento spiegando che uno dei luoghi in cui questa epidemia ha colpito più duramente è stata proprio la provincia di Piacenza, dove è nato.


Nella mattinata di oggi, 4 giugno, Giorgia Meloni aveva già risposto alle critiche sulla sua pagina Facebook, in cui riportava il video dell’intervista sottolineando come le sue parole fossero “ignobili”: «L’odio ideologico della sinistra non si ferma nemmeno davanti ai morti». Le frasi di Bersani non sono passate inosservate neanche al leader della Lega Matteo Salvini: Quelle di Bersani sono dichiarazioni disgustose: a me sembra un cretino, scherza con 30mila morti? Qui c’è gente che non sta bene».

Ma Bersani non cambia le sue posizioni e in serata non ammorbidisce il suo messaggio: «Chiaro che ho usato un’iperbole. Ma un ex ministro dell’interno che ridicolizza mascherine e distanziamento dopo che a pochi giorni dalla prima zona rossa chiedeva di aprire tutto si espone a un giudizio che, ripeto, per iperbole, confermo assolutamente».

Leggi anche: