Delitto Garlasco, la madre di Chiara Poggi: «Nuovi elementi? Il colpevole è già stato trovato»

Secondo i legali del 34enne ci sarebbero novità «mai valutate prima» che potrebbero riaprire le indagini

«Lo dico come mamma di Chiara. So che il colpevole è già stato trovato dal Tribunale». A parlare è Rita Preda, in un’intervista alla Provincia Pavese, rispondendo di fatto all’istanza di revisione della sentenza, depositata dal legale di Alberto Stasi, alla Corte d’appello di Brescia. La difesa dell’uomo, l’avvocatessa Laura Panciroli, è convinta di avere in mano elementi nuovi che scagionerebbero l’uomo condannato a 16 anni per l’uccisione dell’allora fidanzata Chiara Poggi.


Cosa ha detto la madre di Chiara Poggi

«C’è una sentenza definitiva della Cassazione e per me vale quella. Dopo tutto quello che c’è stato, dopo indagini così accurate, non credo ci sia più niente da scoprire. Ci vorrebbe un po’ di tranquillità e questa non arriva mai. La Cassazione ha concluso che è stato lui a uccidere mia figlia. È una sentenza che ci ha dato il risultato con un nome e un cognome. Un nome che sin dall’inizio era già in tutti gli atti delle indagini e dei processi. Secondo i giudici è stato lui. Per noi è stata fatta giustizia» ha aggiunto.

Stasi condannato a 16 anni

Cinque anni fa la Cassazione aveva confermato la sentenza della Corte d’Appello di Milano, che aveva condannato Stasi a 16 anni, dopo una lunga vicenda giudiziaria ricca di assoluzioni e ribaltamenti, che hanno alla fine portato lo studente della Bocconi nel carcere di Bollate.

Stasi si è sempre dichiarato innocente e «in molti hanno creduto che la verità andasse cercata altrove – ha concluso l’avvocatessa – Ora ci sono elementi anche per proseguire le indagini».

Foto in copertina: ANSA/DANIEL DAL ZENNARO

Leggi anche: