Omicidio Sacchi, condannato a 4 anni l’amico di Luca: Princi trattò per l’acquisto della droga

È la prima decisione nell’inchiesta sull’omicidio del personal trainer ucciso lo scorso ottobre a Roma

È Giovanni Princi il primo condannato nella vicenda legata all’omicidio di Luca Sacchi. Per il gup di Roma, l’amico di infanzia del personal trainer ucciso lo scorso ottobre dovrà scontare quattro anni di reclusione. Princi era accusato del tentativo di acquisto di 15 kg di marijuana.


Il giudice Pier Luigi Balestrieri ha accolto in parte la richiesta della pm Nadia Plastina che aveva chiesto la condanna a 6 anni, contestando a Princi la violazione della legge sugli stupefacenti.

Princi era stato arrestato lo scorso 29 novembre, restando in carcere fino allo scorso marzo, quando ha ottenuto gli arresti domiciliari con l’inizio dell’emergenza Coronavirus.

Leggi anche: