Coronavirus, dal mondo – Fauci: «Gli Usa rischiano 100mila nuovi casi al giorno». Rallenta la crescita dei contagi in America Latina. In Cina scoperto nuovo virus influenzale nei maiali

Non frena la crescita di casi in Argentina, nuovo lockdown a Buenos Aires. Il capo dell’Oms in Europa Kluge: «Il vaccino non basterà a fermare l’epidemia. Bisognerà continuare a praticare il distanziamento fisico»

I casi di contagio da Coronavirus nel mondo hanno ormai superato i 10 milioni e sono a quota 10.278.458, anche i morti hanno superato i 500mila, salendo a quota 504.936. Gli Stati Uniti con 2.588.582 casi sono il Paese più colpito, seguono Brasile (1.368.195) e Russia (640.246). Dopo Usa (126.133) e Brasile (58.314), è il Regno Unito il più colpito per numero di vittime, 43.659, secondo i dati diffusi dalla Johns Hopkins University.

Algeria

EPA/STR

L’Algeria registra un nuovo record nella crescita dei contagi da Covid-19. Sono infatti 336 i nuovi casi di Coronavirus registrati nelle ultime 24 ore che portano a 13.907 il bilancio totale dei contagiati nel Paese. Lo ha reso noto il ministero della Sanità di Algeri attraverso le parole del portavoce della Commissione speciale per il monitoraggio della diffusione della malattia, precisando che i decessi sono saliti a 912.

In aumento anche i guariti che passano da 9.674 a 9897.47 i pazienti in rianimazione. Ad ogni modo la riapertura delle frontiere, che era stata fissata per il primo luglio “non è all’ordine del giorno”, ha annunciato il presidente algerino Tebboune, ordinando di mantenere chiusi i confini fino alla fine della crisi del Coronavirus.

Turchia

EPA/STR

Aumentano e raggiungono quota 199.906 i contagiati da Coronavirus in Turchia, con 1.293 contagi registrati nelle ultime 24 ore su 50.492 test effettuati. Le nuove vittime sono 16, per un totale di 5.131 decessi confermati dall’inizio della pandemia. I ricoverati in terapia intensiva ammontano a 1.026, con 368 intubati. I pazienti guariti crescono di 1.302, arrivando a 173.111. Lo ha riferito nel suo bollettino quotidiano il ministero della Salute turco.

Cina

EPA/WU HONG

Nuovo allarme virus in Cina dove un team di scienziati cinesi e britannici ha identificato un nuovo ceppo di influenza che ha il «potenziale» per scatenare una pandemia. Il virus è emerso di recente ed è veicolato dai maiali, ma può infettare l’uomo, dicono i ricercatori, che hanno presentato la loro scoperta su Proceedings of National Academy of Sciences. Il nuovo virus – che i ricercatori chiamano G4 EA H1N1 – sarebbe simile all’influenza suina del 2009. I ricercatori hanno trovato alcune tracce del virus tra i dipendenti di alcuni macelli e nell’industria dei suini in Cina.

Oms

EPA | Hans Kluge

Per il capo europeo dell’Organizzazione mondiale della Sanità (Om), Hans Kluge, il vaccino non sarà sufficiente a sconfiggere il Coronavirus. In un’intervista al quotidiano britannico The Daily Mail, Kluge ha spiegato che il distanziamento fisico e il lavaggio frequente delle mani dovranno continuare ad essere praticati a lungo, soprattutto in quei paesi che non avranno un accesso diretto al vaccino. Inoltre, aggiunge Kluge, «prima di tutto on sappiamo se il vaccino funzionerà per tutte le classi di età».

America Latina

Ansa | Buenos Aires

In America Latina, considerata nuovo epicentro dell’epidemia, rallenta la crescita dei nuovi contagi che sono aumentati di 45.474 nuove infezioni, a fronte delle 53.586 di ieri. Il totale dei casi sale a 2.530.106, i morti sono 113.689 (+1.755 nelle ultime ore). È quanto emerge da una rielaborazione dei dati dell’agenzia di stampa Ansa.

I Paesi più colpiti sono Brasile (1.368.195 casi e 58.314 morti), Perù (282.365 e 9.504) e Cile (275.999 e 5.575). Non sembra rallentare invece la crescita dei morti in Argentina che ha registrato il suo record da quando è scoppiata la pandemia con 48 vittime in 24 ore. Domani, primo luglio, a Buenos Aires partirà una nuova fase di lockdown che durerà fino al 17 luglio: richiuderanno negozi, la circolazione sarà limitata e rimarranno aperti solo i servizi essenziali.

Usa

Ansa | Broadway

Fauci: «Gli Usa rischiano 100mila nuovi casi al giorno»

Anthony Fauci

Gli Stati Uniti potrebbero arrivare a registrare anche 100mila nuovi casi al giorno di contagi. Questo l’ultimo allarme lanciato in Congresso dal virologo Anthony Fauci. Il professore ha sottolineato come l’impennata attuale dei contagi in numerosi stati Usa «metta a rischio l’intero Paese».

Broadway

Negli Stati Uniti, i teatri di Broadway hanno prorogato la chiusura di quattro mesi e non riapriranno fino al 3 gennaio 2021. L’idea era tentare una riapertura dal sei settembre, ma le misure di distanziamento sociale tra attori e spettatori hanno reso impossibile la ripartenza, facendo maturare la decisione di uno slittamento.

Chiudono gli Stati del Sud

Dopo l’impennata di contagi nel Sud degli Stati Uniti, è corsa alla chiusura. L’Arizona chiude palestre, cinema e bar per almeno 30 giorni. La Georgia ha esteso lo stato di emergenza fino all’11 agosto. In California chiudono i locali nella contea di San Diego. Los Angeles chiude le spiagge per il fine settimana dell’Indipendence Day. Chiudono anche i bar in Texas.

Leggi anche: