Di Maio gela la famiglia Regeni: «L’ambasciatore rimarrà al Cairo» – Il video

I genitori di Giulio avevano chiesto il richiamo dell’ambasciatore dopo l’incontro tra i procuratori egiziani e quelli di Roma

Non usa mezzi termini il ministro degli Esteri Luigi Di Maio: nel corso della conferenza stampa alla Farnesina dopo l’incontro con l’omologo austriaco Alexander Schallenberg ha dichiarato, parlando del caso Regeni: «Per arrivare alla verità sulla morte è importante che l’Italia tenga il suo ambasciatore al Cairo».

Il ministro si rivolge anche ai genitori del ricercatore friulano, ribadendo che per il momento non è in discussione la permanenza in Egitto di Giampaolo Cantini. «Capisco il dolore e la rabbia della famiglia Regeni e non posso neanche immaginare come si possa sentire dopo tutto quello che hanno passato, ma come uomo dello Stato so che stiamo facendo il meglio e il massimo per raggiungere la verità».

Solo due giorni fa la delusione di Paola e Claudio Regeni dopo l’incontro tra i procuratori egiziani e quelli di Roma. In seguito a quel colloquio, i genitori del ricercatore avevano chiesto al governo di richiamare immediatamente l’ambasciatore italiano al Cairo.

Secca era stata la risposta del titolare della Farnesina che aveva rassicurato i due dicendo di aver avuto certezze che la procura egiziana «agirà con la massima trasparenza». Intanto ha chiesto all’ambasciatore egiziano «ulteriori approfondimenti».

«La verità su quello che è accaduto a Giulio Regeni è una priorità nazionale», ha ribadito Di Maio. E ha concluso: «Il corpo diplomatico, la difesa, l’intelligence non smettono mai di lavorare per garantire che la giustizia trionfi».

Leggi anche: