L’infettivologo Galli: «Il Coronavirus può girare il mondo e tornarci addosso. Con che forza? Non lo sappiamo»

«Da mesi mi spacco la testa per capire cosa potrebbe succedere, ho cercato di non fare mai l’indovino e di basarmi sui numeri», dice il primario del Sacco di Milano

«Il Coronavirus è in grado di girare per il pianeta e tornarci addosso quando gli pare». A parlare è il prof Massimo Galli, direttore del dipartimento Malattie infettive dell’ospedale “Sacco” di Milano, intervenuto a Cartabianca su Raitre. Galli ha detto che «questa non è una malattia come l’influenza, si diffonde in maniera diversa». E ha poi aggiunto: «Meno del 10% delle persone infettate sono responsabili di oltre l’80% delle nuove infezioni».


«Da mesi mi spacco la testa per capire cosa potrebbe succedere, ho cercato di non fare mai l’indovino e di basarmi sui numeri» ha detto in diretta tv. «C’è un fattore di dispersione totalmente diverso rispetto all’influenza. Se mi becco l’influenza, è probabile che la trasmetta a qualcuno. Qui abbiamo una minoranza di persone responsabili della maggioranza delle infezioni e molte di queste persone sono asintomatiche». «Questo virus – conclude Galli – è in grado di girare per il pianeta e tornarci addosso quando gli pare. Con che forza non lo sappiamo. Non riusciremo a prevenire completamente eventuali infezioni, dobbiamo riuscire a prevenire nuovi focolai».

Leggi anche: