Coronavirus, bloccati in aereo a Fiumicino 135 bengalesi dal Qatar: stop allo sbarco, torneranno a Doha

Dopo l’atterraggio dell’aereo è arrivata la decisione di non fare sbarcare i passeggeri bengalesi, che resteranno sul velivolo fino alla sua ripartenza, alle 16:20 di oggi

Quella che arriva dall’aeroporto di Fiumicino è una storia già vista: si chiudono i voli diretti da un Paese, ma i cittadini di quel Paese arrivano comunque attraverso rotte diverse. Sono i cosiddetti arrivi “indiretti”. Dopo che ieri il governo ha deciso di sospendere per una settimana i voli da Dacca, per via dell’imperversare del Coronavirus in Bangladesh, oggi alle 13:00 all’aeroporto romano di Fiumicino è atterrato un aereo della Qatar Airways, con a bordo 200 passeggeri di cui 135 provenienti, indirettamente, dal Bangladesh.


Dopo l’atterraggio dell’aereo è arrivata però la decisione di non fare sbarcare i passeggeri bengalesi, che resteranno sul velivolo fino alla sua ripartenza, che dovrebbe avvenire alle 16:20 di oggi. A tutti gli altri passeggeri invece sarà effettuato un tampone in aeroporto.

«Enac emetta una indicazione chiara alle linee aeree affinché non imbarchino, per il tempo stabilito dalla massima autorità sanitaria del Paese, questi passeggeri. La disposizione del ministro Speranza va rispettata e applicata», ha detto il responsabile l’assessore alla Sanità e l’Integrazione Sociosanitaria della Regione Lazio Alessio D’Amato.

Leggi anche: