In Lombardia non è più obbligatorio indossare la mascherina all’aperto: tornano anche i giornali nei bar

Sarà ancora obbligatorio coprire naso e bocca nei luoghi al chiuso accessibili al pubblico, compresi metropolitana e tram

In Lombardia non è più obbligatorio indossare la mascherina all’aperto. Nella nuova ordinanza della Regione firmata dal presidente Attilio Fontana in vigore da oggi 15 luglio fino alla fine del mese, l’obbligo delle mascherine o di qualsiasi altro indumento utile a coprire bocca e naso resta in vigore nei luoghi al chiuso accessibili al pubblico, compresi i mezzi di trasporto.

All’aperto la mascherina sarà ancora necessaria nel caso in cui non sia possibile il rispetto delle distanze di sicurezza di almeno un metro, tranne per membri dello stesso nucleo famigliare o conviventi. Sul posto di lavoro, continua a essere obbligatoria la misurazione della temperatura sia per il datore di lavoro che per i dipendenti, compresi i clienti dei locali pubblici come ristoranti e bar.

Nel caso di febbre superiore a 37,5°, come in passato non sarà consentito l’accesso e l’interessato dovrà contattare il proprio medico. Dopo il via libera con le linee guida della Conferenza delle Regioni, anche in Lombardia tornano a disposizione dei locali pubblici le riviste e i quotidiani. Ogni copia potrà essere consultata dai clienti però solo dopo l’igienizzazione delle mani.

Torna la possibilità di svolgere attività ludiche, come il gioco delle carte nei circoli culturali e ricreativi, purché siano indossate le mascherine e siano frequentemente igienizzate le mani tra i giocatori.

Leggi anche: