Gli uiguri oppressi dalla Cina vivono felici? Le immagini drammatiche che smentiscono Pechino – Video

Intervistato da un giornalista della Bbc, il diplomatico cinese a Londra ha negato che la Cina stia conducendo una campagna di repressione contro la minoranza turcofona

Nelle immagini mostrate all’ambasciatore cinese a Londra, Liu Xiaoming, dalla Bbc si vedono uomini seduti con le mani legate dietro alla schiena, gli occhi bendati e la testa rasata, pronti per essere caricati su treni e deportati chissà dove. Il video – che risalirebbe al 2018 – è stato pubblicato di recente dal canale Youtube War on Fear ed è stato autenticato dai servizi di intelligence australiani secondo cui si tratterebbe di persone di etnia uigura, la minoranza della regione dello Xinjiang perseguitata da anni da Pechino e detenuta in campi di concentramento.

L’ambasciatore cinese ha smentito categoricamente che la Cina stia conducendo una campagna di repressione della popolazione turcofona e di religione musulmana. «Non conosce il detto? – ha chiesto il diplomatico al giornalista -. Lo Xinjiang è un posto bellissimo». Incalzato dal conduttore Andrew Marr, Xiaoming ha ribadito che tutti vivono felici in Cina. Ma il video mostra un’altra realtà.

La questione dello Xinjiang «non è relativa a diritti umani, religiosi o etnici, ma alla lotta alla violenza, al terrorismo e al separatismo», ha detto il portavoce del ministero degli Esteri cinese, Wang Wenbin, rispondendo alle dure critichedel ministro degli Esteri britannico Dominic Raab sulle violazioni dei diritti umani contro la minoranza musulmana. Wang ha definito le parole di Raab «null’altro che rumor e calunnia».

Video in copertina: Carlotta Megali

Leggi anche: