Piacenza, Salvini: «Chi sbaglia in divisa paga di più, ma non si infanghino forze dell’ordine» – Video

«Troppo spesso abbiamo visto indagati con l’accusa di essere torturatori, poi assolti senza nemmeno una scusa», dice il leader del Carroccio

«Chi sbaglia, paga: vale per tutti e ovviamente anche per chi indossa una divisa»: sono le parole del leader della Lega, Matteo Salvini in riferimento a quanto emerge dell’inchiesta di Piacenza e dalla “caserma degli orrori” dove dieci carabinieri – 5 sono ora in carcere, 1 ai domiciliari, 3 con obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria e 1 con obbligo di dimora – avrebbero creato un vero e proprio sistema basato sul traffico e lo spaccio di sostanze stupefacenti.

«Ma l’eventuale errore di pochi non sia la scusa per infangare donne e uomini in divisa che rappresentano una delle parti migliori del Paese. «Troppo spesso abbiamo visto indagati con l’accusa di essere torturatori, poi assolti senza nemmeno una scusa», aggiunge Salvini nel suo intervento al Senato.

Video Agenzia Vista

Leggi anche: