Incendio alla cattedrale di Nantes, confessa il volontario della diocesi: «Sono pieno di rimorsi» – Video

L’uomo fermato il giorno dopo l’incendio, e poi rilasciato, era stato arrestato di nuovo ieri

A una settimana dall’incendio nella cattedrale di Nantes, nell’ovest della Francia, il volontario ruandese della diocesi, che era stato fermato e poi rilasciato, ha confessato di aver provocato le fiamme accendendo i tre inneschi all’interno della chiesa. L’avvocato del volontario, in difficoltà con il rinnovo del permesso di soggiorno, ha detto che il suo cliente era «pieno di rimorsi» e che la confessione è stata «una liberazione».


L’incendio era scoppiato il 18 luglio e la procura aveva ipotizzato che si trattasse di un episodio doloso. Il ruandese arrestato e poi rilasciato era rientrato fin da subito nella lista dei sospettati.

Leggi anche: