Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Coronavirus, più di 19 milioni di casi nel mondo. Negli Usa 2mila morti in 24 ore. Facebook estende lo smart working fino a luglio 2021

Per l’Oms, il 60% dei casi nel mondo si registra tra persone che hanno tra i 25 e i 64 anni

Nel mondo i casi di contagio da Coronavirus hanno superato i 19 milioni (19.025.580), sono 713.845 i morti, secondo i dati della Johns Hopkins University. Stati Uniti e Brasile rimangono i Paesi più colpiti con 4.882.433 e 2.912.212 contagi e 160.091 e 98.493 decessi. Preoccupa la crescita di casi in alcune zone del mondo: in Africa i contagi hanno superato il milione, in India i morti sono più di 40 mila, i decessi in Messico sono più di 50 mila.


Usa

Ansa | Donald Trump

Negli Stati Uniti sono stati registrati più di 2 mila vittime in 24 ore (2.060), per la prima volta dopo tre mesi. Il bilancio totale dei decessi supera i 160 mila. Sono più di 58 mila i nuovi contagi, i casi totali dall’inizio del monitoraggio sono più di 4,8 milioni. Intanto Facebook ha esteso il lavoro da casa fino a luglio 2021. Il social riconosce ai dipendenti che lavorano da remoto anche una somma di mille dollari per le spese della casa-ufficio.


Oms


Ansa | Il direttore dell’Oms Tedros Adhanom Ghebreyesus e il presidente francese Emmanuel Macron

Secondo l’Organizzazione mondiale della sanità (Oms), più del 60% dei casi nel mondo si registra tra persone tra i 25 e 64 anni. Lo riporta la Cnn. Aumentata di sette volte, dallo scorso 24 febbraio, la percentuale di casi riscontrati nei bambini, mentre quella negli adolescenti è aumentata di sei volte. Secondo i dati dell’organizzazione, il 64% dei contagi interessa i 25-64enni, il 19,4% le persone che hanno tra 65 e 84 anni, solo il 3,4% quelle che hanno oltre 84 anni, l’1,2% i bambini fino a 4 anni, il 2,5% quelli tra 5 e 14 anni e il 9,6% tra 15 e 24 anni.

Continua a leggere su Open

Leggi anche: