Svelato anche il terzo furbetto: è Marco Rizzone, del Movimento 5 Stelle

Il suo nome è stato diffuso da Vito Crimi, capo politico del Movimento

A poche ore dall’audizione del presidente dell’Inps Pasquale Tridico in Commissione Lavoro alla Camera, arriva anche il nome del terzo deputato che ha chiesto e ottenuto il bonus da 600 euro previsto per sostenere i lavoratori autonomi durante l’epidemia di Coronavirus. Come da anticipazione si tratta di un eletto tra le liste del Movimento 5 Stelle: Marco Rizzone.

A darne notizia è il capo politico del Movimento, Vito Crimi: «In relazione alla vicenda del bonus da 600 euro, destinato a partite IVA, lavoratori autonomi e professionisti, ho deferito il deputato Marco Rizzone al collegio dei probiviri chiedendone la sospensione immediata e massima severità nella sanzione».

Chi è Marco Rizzone

Al primo mandato alla Camera, Rizzone ha 36 anni ed è stato eletto tra le liste del Movimento 5 Stelle nella circoscrizione Liguria per il collegio elettorale di Genova S. Fruttuoso. Cresciuto nel capoluogo ligure, Rizzone è laureato in Economia e Commercio, con una laurea magistrale in Banca, finanza aziendale e mercati finanziari presso la Scuola superiore Sant’Anna.

Leggi anche: