Coronavirus: i banchi non arrivano? Maestri e genitori della scuola Steiner di Milano se li costruiscono da soli (e costano meno)

L’iniziativa garantirà all’istituto 200 banchi monoposto, per permettere agli studenti di tornare in aula rispettando il distanziamento sociale

“Chi fa da sé…”: il resto del proverbio è noto, meno l’iniziativa dell’istituto milanese Rudolf Steiner, dove il celebre adagio trova la sua manifestazione tra carta vetrata e tavole di truciolato. Qui gli insegnanti e i genitori degli iscritti alla scuola primaria e secondaria, infatti, hanno deciso di indossare i guanti da lavoro per costruire banchi di legno, economici ma in linea con le prescrizioni del governo per il rientro a scuola in sicurezza durante la pandemia del Coronavirus.

Francesca Angelini | Istituto Rudolf Steiner di Milano, “Operazione banchi, smussiamo gli angoli”

La ribattezzata “Operazione banchi, smussiamo gli angoli” prevede la realizzazione di 200 postazioni monoposto con lo slogan: «Costruiamo la nostra comunità, con amore, una vite alla volta». La scuola di via Clericetti 45 ha deciso anche di condividere online il foglio delle istruzioni, con misure e operazioni di montaggio, per permettere ad altri istituti di fabbricare autonomamente i banchi per gli studenti. Il costo – che però ovviamente non include la manodopera – è anche più basso dei preventivi del governo: 17 euro contro i 50 dei preventivi noti finora (sempre parlando dei banchi semplici, quelli con le rotelle arriverebbero a 300 euro ciascuno).

Francesca Angelini | Istituto Rudolf Steiner di Milano, “Operazione banchi, smussiamo gli angoli”

Le accuse dei presidi

Mentre l’istituto Rudolf Steiner si prepara a riaprire grazie all’opera di volontariato di maestri e genitori, Antonello Giannelli, presidente dell’Associazione nazionale presidi, critica il governo, colpevole a suo dire di non aver ancora informato i dirigenti scolastici sulla data di consegna dei banchi. «È impensabile che la mascherina sia l’unica arma di difesa dal contagio, perché sappiamo benissimo quanto sia faticoso, per gli alunni e per il personale, indossarla per ore».

Francesca Angelini | Istituto Rudolf Steiner di Milano, “Operazione banchi, smussiamo gli angoli”

Manca meno di un mese alla riapertura delle scuole e i presidi «chiedono di conoscere con urgenza il calendario di consegna dei banchi monoposto. Non è possibile che lo vengano a sapere all’ultimo momento: l’organizzazione richiede tempo», sottolinea Giannelli, il quale si appella all’esecutivo anche per «rivedere la responsabilità penale imputabile ai dirigenti scolastici in relazione alla sicurezza sugli ambienti di lavoro. Il Covid è equiparato a un incidente sul lavoro. Se il dirigente scolastico attua il protocollo sanitario allora non gli si deve imputare nulla».

Francesca Angelini | Istituto Rudolf Steiner di Milano, “Operazione banchi, smussiamo gli angoli”

Foto di copertina: Francesca Angelini | Istituto Rudolf Steiner di Milano, “Operazione banchi, smussiamo gli angoli” Francesca Angelini

Leggi anche: